Contatti      
English
Applications
testing&labs
Sound&Vibrations
Meccanica
Statistica
Domotica
strumenti
Supervisione e controllo
Multimedia

Home> Applicazioni: Domotica

HomeBus: un progetto di domotica nel 1990

Accendere il forno mentre siete in auto per mezzo del vostro telefono cellulare.
Fare shopping on-line dallo schermo all'esterno del frigorifero.
Aumentare di un grado la temperatura dell'appartamento un'ora prima di ritornare a casa.
Aumentare la potenza di aspirazione della cappa dandole un comando vocale ....

... tutto ciò può suonare piuttosto futuristico, ma in realtà può essere perfettamente realizzato con la tecnologia corrente. Il frigorifero con lo schermo e la connessione a Internet è già sul mercato. Il riconoscimento della parola e la comunicazione senza fili fra apparecchi è già usato in altre applicazioni.

Già nel 1990, in stretta collaborazione (co-designing) con il reparto di ricerca&sviluppo Whirlpool, abbiamo realizzato un avveniristico sistema di domotica, la casa automatica, chiamato HomeBus.

domoticaDal touch screen di un PC, premendo su grandi icone grafiche disegnate da un architetto (oggi lo si chiamerebbe web designer), si poteva programmare l'ora di accensione, il programma e il tempo di cottura di un forno, o direttamente, o selezionando una particolare ricetta memorizzata. Oppure si poteva gestire l'archivio dei cibi inseriti nel freezer, e la relativa data di scadenza.

Era un progetto modernissimo e molto ben realizzato, ma mai andato più in là di alcune presentazioni nelle fiere di settore. Perchè?

Perchè la vera sfida, allora come oggi, è la definizione di uno standard mondiale, o per lo meno europeo, di comunicazione tra e con gli elettrodomestici.

Ci sono decine di tipi di bus di comunicazione, con o senza fili, a raggi infrarossi, GSM, Internet, ma non ancora un accordo per definire LO STANDARD.

Naturalmente, il fattore costo è una parte importante in una possibile standardizzazione: il mezzo di comunicazione dovrebbe in realtà essere gratuito. E ciò sarebbe il caso se il bus fosse già presente in ogni casa: la rete elettrica.

Ma per rendere l'automazione domestica comunemente utilizzata come il telefono o la televisione, i fornitori dovranno affrontare anche altre sfide.
  • Dovranno offrire sistemi che possano essere costruiti modularmente: il consumatore allora potrà automatizzare la sua casa in più fasi, secondo i propri desideri e disponibilità economiche.
  • Il fattore sicurezza sarà ugualmente molto importante, sia per proteggere la casa da interventi esterni non autorizzati (immaginate se qualcuno per scherzo potesse alzarvi il riscaldamento a 30°C), sia per rendere gli apparecchi che possono essere azionati via PC o telefono aderenti a norme di sicurezza molto più rigorose.


Copyright 2015 - Field Data